Professori, Finanziamenti Erasmus Plus
Professori

Finanziamenti Erasmus Plus

Finanziamenti Erasmus Plus

Borse per insegnanti di lingue

Il programma Erasmus+ promosso dall’Unione Europea (UE) mira a rafforzare le competenze dei cittadini e a promuovere la loro integrazione nel mercato del lavoro attraverso gli ambiti dell’istruzione, della formazione, dei giovani e dello sport.

Tra il 2014 e il 2020, questo programma offrirà a più di 4 milioni di europei l’opportunità di studiare, fare un tirocinio, acquisire un’esperienza di lavoro o partecipare a progetti di volontariato all’estero. Dal 2014, il programma è stato esteso anche ai corsi di formazione per insegnanti, precedentemente sovvenzionati dal Programma di Apprendimento Permanente (Comenius, Leonardo, Grundtvig e Socrates).

Erasmus+ Attività chiave 1 – Mobilità individuale

Con il 63% del budget totale del programma Erasmus+, l’Azione Chiave 1 favorisce la mobilità degli studenti e dello staff didattico. Sotto la definizione “Mobilità dello Staff” rientrano anche i docenti che desiderano partire per una formazione o per degli incarichi di insegnamento all’estero.

Perché questo finanziamento?

  • L’Unione Europea auspica che i cittadini europei parlino almeno due lingue straniere, favorendo una forza lavoro mobile e internazionale e incoraggiando una maggiore consapevolezza interculturale tra i paesi membri. La mancanza di competenze linguistiche è uno dei principali ostacoli alla partecipazione a programmi europei nell’ambito dell’istruzione, della formazione e della gioventù.

  • I docenti con una buona formazione sono in grado di offrire un insegnamento di maggiore qualità a studenti, tirocinanti, apprendisti, allievi, adulti, giovani e volontari. Per gli stessi insegnanti, una formazione all’estero rappresenta un’ottima occasione per accrescere la motivazione e la soddisfazione dell’attività giornaliera.

  • L’Unione Europea si impegna a finanziare viaggi e progetti di formazione per i suoi cittadini, secondo determinati criteri.

Cosa può essere finanziato?

Le scuole possono richiedere un contributo di mobilità per promuovere lo sviluppo professionale di insegnanti, dirigenti e altro personale scolastico.
 
  • Incarichi di insegnamento all’estero
  • Formazione all’estero, tra cui corsi strutturati ed eventi di formazione, job shadowing e periodo di osservazione in una scuola partner 
Non vengono erogate delle sovvenzioni per i corsi di lingua che non prevedono una vera e propria formazione. I corsi di formazione sono invece finanziati, perché permettono agli insegnanti di sviluppare delle competenze che non possono essere acquisite al di fuori di un contesto internazionale.

Le attività di mobilità possono durare dai 2 giorni ai 2 mesi, esclusi i giorni di viaggio.

Presentare la candidatura per le borse Erasmus+

Tutte le candidature devono essere inoltrate dalla scuola di appartenenza all’agenzia nazionale. Gli enti di qualsiasi settore, che svolgono un ruolo attivo formale o informale nel campo dell'istruzione, della formazione e del lavoro giovanile, possono a loro volta richiedere una borsa di mobilità per lo staff e per gli studenti. Per farlo, è necessario registrarsi presso il Ministero della Pubblica Istruzione.

1. Controllate che la vostra scuola sia registrata nel database del dipartimento di istruzione nazionale e abbia un numero di riferimento.
2. Se la vostra scuola non ha ancora un numero di riferimento, elaborate un Programma di Sviluppo Europeo (vedi sotto). Questo dovrebbe identificare gli obiettivi di sviluppo e di formazione della scuola per i prossimi 1-2 anni ed evidenziare come questi si adattano agli obiettivi europei.
3. Registrate la vostra organizzazione su ECAS (European Commission Authentication Service)
4. Registratevi sul Portale Europeo dei Partecipanti. Riceverete un codice PIC di 9 cifre (Participant Identification Code).
5. Scaricate, salvate e compilate il modulo elettronico (eForm) per la Mobilità dello Staff.
6. Inviate la vostra candidatura online prima della scadenza.

La persona responsabile della partecipazione al progetto Erasmus+ sarà il vostro dirigente scolastico o la figura incaricata alla formazione e allo sviluppo del personale didattico. Si tratta di un cambiamento rispetto al precedente sistema Comenius, in cui i singoli individui potevano presentare la propria candidatura in maniera autonoma e indipendente dall’istituto scolastico.

Programma di Sviluppo Europeo

Un Programma di Sviluppo Europeo è una visione strategica dei vostri obiettivi per le attività europee. Nella sezione D nel modulo di candidatura Erasmus+, dovrete rispondere a quattro domande sul Programma di Sviluppo Europeo della vostra scuola:
 
  • Quali sono le esigenze della vostra organizzazione in termini di sviluppo e di internazionalizzazione? Indicate le principali aree di miglioramento (ad esempio, competenze di gestione, competenze dello staff, nuove metodologie o strumenti didattici, dimensione europea, competenze linguistiche, curriculum, organizzazione dell’insegnamento e dell’apprendimento).
  • Evidenziate i progetti della vostra organizzazione per la mobilità e le attività di cooperazione europea e spiegate in che modo queste attività contribuiranno ad incontrare le varie esigenze.
  • Spiegate come la vostra organizzazione integrerà le competenze e le esperienze acquisite dallo staff nel suo futuro sviluppo strategico.
  • La vostra organizzazione utilizzerà eTwinning per il vostro progetto di mobilità? Se sì, descrivete come. 
Questa sarà la vostra occasione per dimostrare come il finanziamento stanziato dall’Unione Europea può aiutare la scuola e gli studenti a diventare una parte attiva del progetto europeo. Unire l’Europa è un aspetto fondamentale e ricorrente del programma Erasmus+: spiegate chiaramente come il vostro programma riuscirà a favorire una maggiore comprensione culturale. È molto importante che il vostro progetto sia organizzato in base agli obiettivi specifici del programma Erasmus+, di cui troverete una descrizione più approfondita sul sito della vostra agenzia nazionale. 

Scadenze per le domande di candidatura

Tutte le domande per le borse di studio 2016 dovranno pervenire entro e non oltre il 19 maggio 2016. Le attività di mobilità potranno svolgersi da giugno a dicembre dell’anno di candidatura.

Quanto posso chiedere come finanziamento?

La vostra scuola dovrà indicare l’importo totale necessario per coprire tutti i costi di formazione presenti nel Piano di Sviluppo Europeo. Il denaro stanziato coprirà i costi per la formazione, le spese di viaggio, il costo della vita e le spese di alloggio all’estero.